Leggi le ultimissime:
I giochi sicuri li trovi nei casino autorizzati aams, trovi tutte le info in questa pagina: casino-virtuali-italiani.com/giochi_casino

Il popolo del web sta impazzendo in queste ore alla ricerca del file piu’ ambito e proibito. Sto parlando del Sextape Belen, il video amatoriale di cui tutti parlano e che tutti vogliono vedere. La sensualissima Belen Rodriguez è finita in rete ed è la protagonista di un video porno della durata di oltre 20 minuti in cui l’argentina si concede completamente ad un suo ex fidanzato. Il sextape Belen Rodriguez è il piu’ cliccato ovunque ma anche il piu’ censurato. Infatti il filmato hot viene puntualmente oscurato sui principali canali di condivisione media video come megavideo, megupload, vimeo, torrent, emule. Il video dello scandalo hard è stato visto ormai da milioni di persone, centinaia sono i commenti degli internauti che segnalano link con copie del video funzionante, ma sarà ancora il piu’ cliccato nei prossimi mesi per la gioia dei curiosi del sextape Belen. Intanto il popolo della rete si divide fra quelli che si sono innamorati della soubrette, quelli disperati che non trovano il video, quelli offesi che si sono messi ad offenderla su Facebook e chi piu’ ne ha piu’ ne metta perchè non c’è nulla che fa piu’ notizia del…. pettegolezzo.

Guarda anche: Belen Rodriguez video Hard

Un ex senatore della Lega ha fatto causa a Google perchè tra i risultati di ricerca appaiono dei risultati che rimandano ad articoli datati 1993 in cui si parla di un reato da lui commesso ma di cui fu assolto successivamente nel 1996 poichè “il fatto non sussiste”. Questo politico si è sentito particolarmente toccato da questa vicenda tanto che ha rivendicato il “Diritto all’oblio” (è una particolare forma di garanzia che prevede la non diffondibilità di precedenti pregiudizievoli) chiedendo ben 10 milioni di euro di risarcimento per danni morali e materiali.

Forse i piu’ attenti di voi si saranno accorti che c’è un’incongruenza in questa vicenda. Infatti questo signore fraintende una cosa basilare della sua problematica ossia che Google è solo un motore di ricerca, non crea ne pubblica le notizia ma ne fa semplicemente una catalogazione. Se volesse esercitare il “Diritto all’oblio” dovrebbe rivendicarlo contro quel o quei siti web che hanno redatto e pubblicato gli articoli in questione (Corriere della Sera ed altri). E’ lo stesso errore che fanno milioni di persone ritenendo siti web come Megavideo o software come eMule, illegali. Per farvi capire meglio il concetto è come se un uomo venisse investito da un automobile e invece di denunciare il conducente, denunciasse il produttore di quella macchina.

Il politico vuole denunciare il mezzo di catalogazione Google mentre il responsabile è un altro sito web. Questa vicenda è l’ennesima dimostrazione di come molti italiani, nonostante spendino ore ed ore di fronte ad un computer tra facebook chat e giochi, abbiano ancora una confusione tale in testa da non saper distinguere una biblioteca (Google) da un libro (un sito web).

Ho omesso volontariamente il nome di questo ex senatore, non vorrei mai che questo articolo venisse denunciato per un qualsiasi strano motivo :)

Resoconto del mio Test al concorso per SEO Webmaster “Instantempo”

Il 20 Ottobre 2010 ho scritto qui su TuttoGeek un articolo riguardante una gara per Webmaster, in cui bisognava indicizzare nei principali motori di ricerca il proprio sito web con la parola chiave “instantempo”. Come avevo accennato, dopo appena 5 giorni di indicizzazione il sito era stabilmente presente nella seconda pagina di ricerca in Google, [...]

Eliminare limite dei 72 minuti di Megavideo

Quante volte stiamo guardando un video su Megavideo, e all’improvviso ci compare la scritta “Hai guardato 72 minuti di video oggi. Aspetta 54 minuti o approfitta dell’uso illimitato di Megavideo”? Ovviamente per poter usare Megavideo in modo illimitato servirebbe un account premium al costo di 9.99 euro al mese. La grande novità è che possiamo [...]

I miei primi 5 giorni del SEO-contest Italiano INSTANTEMPO

In questi giorni stò seguendo da vicino un contest molto particolare ed interessante che si stà svolgendo su Internet. Si tratta di un Seo-contest, ossia riuscire a posizionare un sito web in prima posizione sui motori di ricerca. Il 15 Ottobre 2010, sul forum Giorgiotave, è stato lanciato il messaggio da suo amministratore alle ore [...]

Scarica Windows Live Messenger 2011 in Italiano

Finalmente è uscita l’ultima e tanto attesa versione del programma di chat piu’ utilizzato al mondo, Windows Live Messenger 2011. Come vi avevamo anticipato riguardo Messenger 2011, questo programma è una vera e propria rivoluzione, innanzitutto per la decisione drastica di Microsoft che ne limita l’utilizzo ai soli computer provvisti di s.o. Windows Vista e [...]