Leggi le ultimissime:

Il 20 Ottobre 2010 ho scritto qui su TuttoGeek un articolo riguardante una gara per Webmaster, in cui bisognava indicizzare nei principali motori di ricerca il proprio sito web con la parola chiave “instantempo”. Come avevo accennato, dopo appena 5 giorni di indicizzazione il sito era stabilmente presente nella seconda pagina di ricerca in Google, senza aver adottato particolari tecniche, ma esclusivamente sfruttando il trust del dominio, e piazzando 3 link da domini di mia proprietà. In realtà non ho fatto null’altro se non ottenere qualche baclink spontaneo da alcuni miei fan 🙂

Dopo circa un mese e mezzo, oggi è terminato il concorso ed è tempo di trarre le conclusioni. In questo periodo di tempo sono entrati in gioco tantissimi concorrenti, tutti decisi ad accaparrarsi il primo premio. In prima posizione su Google si è piazzato un sito web Polacco www.instantempo-bhsf.it coordinato da un vero e proprio team black hat che come tecnica principale ha adottato uno spietato spam su tutto il web, nonchè il piazzamento di link strategici su loro siti web di proprietà. Qualcuno ha provato a fare il colpo a sorpresa, pubblicando un articolo su google news pochi minuti prima del termine del contest, ma gli è andata male, Google ha piazzato il sito solo in quarta posizione. Per quanto riguarda la mia pagina partecipante, si è piazzata in 37esima posizione su Google su 1.240.000 risultati, superando domini ben piu’ quotati come wp-instantempo.it che all’inizio dei giochi, grazie all’idea innovativa del plugin per WP, lottava per le prime posizioni, ma davanti anche a domini premium come instantempo.tv, ma anche a tanti ma tanti siti creati da altri professionisti del settore, basta scorrere tra i risultati della ricerca per rendersi conto di quante persone si sono messe in gioco. Insomma un risultato eccezzionale visto e considerato il pochissimo tempo che gli ho dedicato, rispetto agli altri concorrenti che ogni giorno tentavano di ottimizzare il proprio sito cercando di salire nella serp. La cosa sorprendente è che in 150 esima posizione si è piazzata la pagina di un mio sito penalizzato da Google (anche questo era un test), e in 185 esima posizione si è piazzato l’articolo dedicato al mio instantempo qui su TuttoGeek! E dietro di loto tanti domini premium (.eu ecc…) e tanti siti e domini abbastanza famosi ma che evidentemente necessitano di qualche aggiustatina in chiave SEO.

Risultato simile su Bing.com dove ero partito fortissimo all’inizio, addirittura fra i primi 3, ma poi col tempo sono scivolato in 33esima posizione, Risultato migliore anche per il mio sito penalizzato su Google, che su Bing arriva in 130 esima posizione, mentre TuttoGeek in 128 esima!

Yahoo si è invece rivelato avaro nel suo posizionamento, la mia pagina infatti si è calssificata solo 127 esima, mentre le altre due monitorate fino ad ora, non rientrano neanche fra le prime 200.

Bhe che dire, ho imparato nuove cose durante questo concorso e ho arricchito la mia cultura riguardante il posizionamento dei siti web sui motori di ricerca. Ringrazio Giorgio Taverniti per aver organizzato il tutto in maniera perfetta ed aver permesso a tutti di poter discutere su quello che stava accadendo 😉



  1. Daniele 21 dicembre 2011

    Ho trovato molto interessante il tuo articolo e volevo chiederti come bisogna fare per cercare di posizionare un sito e alcune pagine web nelle prime posizioni dei motori di ricerca. Avresti dei consigli utili???


You must be logged in to post a comment.